IL GAZZETTINO Online: il quotidiano del NordEst



HomePage


Park, progetto pronto
Ssm: «Con l’ok del Comune, a marzo potremmo indire la gara»

Martedì 26 Gennaio 2010,
UDINE - Il progetto preliminare del futuro parcheggio di Giardin grande è pronto. Ieri pomeriggio, il gruppo di professionisti (capitanati dall’architetto Paolo Petris) incaricati di redigere il piano, hanno depositato gli elaborati progettuali in Ssm. A questo punto, la controllata aspetta di ricevere l’incarico ufficiale da Palazzo D’Aronco (la delibera, assai complessa, potrebbe essere approvata a febbraio) per poi procedere, anche a marzo se tutto va come deve, con l’indizione della gara (un appalto-concorso) per la progettazione definitiva ed esecutiva e la realzzazione dei lavori dell’autorimessa interrata che sarà costruita nell’area davanti alla Pizzeria Concordia e conterrà circa 430 posti.
      Ad indicare i prossimi passaggi è il presidente di Ssm, Giovanni Paolo Businello, che spiega: «Come previsto, i professionisti ci hanno consegnato il documento. Adesso aspettiamo che il Comune ci dia l’incarico formale - che sarà formalizzato dal consiglio -per partire con l’iter che porterà alla gara. Per farlo, abbiamo bisogno di ricevere l’incarico di realizzare il parcheggio: un documento che disciplinerà tutti i rapporti che conseguiranno alla costruzione dell’opera. La delibera che, a quanto mi risulta, è in fase di redazione a Palazzo D’Aronco, è assai complessa. Ssm dovrebbe ricevere l’incarico di costruire e gestire il parcheggio, ma bisogna sapere in che maniera e in che tempi l’onere che andremo a sostenere ci rientrerà. Ancora non è stato deciso né dal Comune né da noi come Ssm. C’è la volontà di arrivare a un’intesa».
      Sui tempi Businello preferisce non sbilanciarsi. Ma, se la delibera riuscisse ad avere l’ok - come si spera - entro febbraio, «è possibile che a marzo si indica la gara per assegnare l’incarico di redazione del progetto definitivo ed esecutivo e di realizzazione delle opere». Poi, visto che si tratta di un "appaltone" di questo peso, ci vorranno i tempi tecnici previsti dalle gare europee. Si ricorderà che in conferenza stampa il sindaco Honsell aveva auspicato di riuscire a far partire il cantiere a inizio 2011.
      Stando allo studio di fattibilità, il park richiederà un investimento di circa dieci milioni, cinque dei quali garantiti dalla mano pubblica (ossia dalla Regione con il cofinanziamento del Comune), 1,5 dalla Fondazione Crup (che dovrebbe acquisire un certo numero di parcheggi e aggiungere un contributo finanziario) e 3 da Ssm. La Camera di commercio entrerà nella controllata acquisendo delle quote: metterà nel progetto circa un milione di euro.
      Cdm