Vi piace un libro? Scrivete una lettera all'autore

È una delle due proposte di Pordenonelegge e Fondazione Friuli per favorire l'incontro tra i giovani e il mondo dell'editoria
La Fondazione Pordenonelegge, in partnership con Fondazione Friuli, mette in campo due proposte per favorire l'incontro tra i giovani e il mondo della lettura. La prima è "Viaggio dentro al libro", un progetto rivolto a insegnanti, bibliotecari e genitori dell'ex provincia di Pordenone, che partirà a ottobre.Si tratta di un percorso formativo composto da sette appuntamenti mensili in forma laboratoriale, con un obiettivo duplice, come spiega Gian Mario Villalta, direttore artistico di Pordenonelegge: «Vogliamo in primo luogo fornire agli operatori del settore gli strumenti necessari per affrontare il mondo dei ragazzi e introdurli alla lettura come piacere e non più come obbligo, in secondo luogo puntiamo al confronto con nuove forme di narrazione, come i social e i videogame». Il progetto nasce dopo un'attenta indagine delle esigenze degli insegnati e degli educatori della provincia. «Tanti professori ci hanno segnalato il bisogno dei ragazzi di riappropriarsi dell'oggetto libro - racconta Valentina Gasparet, curatrice di Pordenonelegge -, per questo abbiamo immaginato un percorso di riscoperta: partiamo dalle basi per poi affrontare le specifiche sfide del presente». Al centro del corso ci saranno temi come l'accessibilità dei testi, la riscrittura dei classici, la crossmedialità e la letteratura come educazione sentimentale. «Il filo conduttore sarà la letteratura per ragazzi, che spesso rappresenta l'anello d'incontro tra i giovani e il libro - spiega Gasparet -, a parlarne ci saranno tutti gli attori principali: editori, scrittori, docenti di storytelling, psicoterapeuti».Le iscrizioni al corso saranno aperte da giugno fino a settembre, senza un limite di posti. Gli insegnanti che vi parteciperanno riceveranno un attestato valido per i crediti formativi, ma sarà anche possibile seguire i singoli appuntamenti. Nel frattempo a maggio partirà il concorso nazionale "Caro autore ti scrivo", rivolto ai ragazzi delle scuole medie. Ai partecipanti verranno proposti quattro libri da leggere sotto l'ombrellone: dovranno sceglierne uno e scrivere una lettera all'autore. Ci sarà tempo per inviare i propri elaborati da maggio fino a settembre, la premiazione avverrà durante il Festival. «Come ogni anno abbiamo scelto libri che possano andare incontro alle esigenze didattiche degli insegnanti ed essere al tempo stesso godibili per i ragazzi - spiega Gasparet -, vengono trattati temi importanti, come il disastro del Vajont, ma anche personaggi importanti, come Rita Levi Montalcini». Se le si chiede un commento sui giovani d'oggi, spesso ritenuti pessimi lettori, la curatrice di Pordenonelegge risponde sicura: «è una semplificazione. Lo smartphone e i social possono creare qualche distrazione, ma non abbiamo mai perso il nostro grande amore per le storie. I ragazzi sono meglio di come li si dipinge. Al Festival ne vediamo moltissimi: tornano al pomeriggio, dopo le "gite" scolastiche, e non hanno mai la faccia triste di chi si sente obbligato». --

Messaggero Veneto del 08/05/2019
Pagina 52, Edizione Gorizia