Sull'Audiobus con Zeroidee il viaggio diventa un racconto

Un ciclo di corse con la lettura di romanzi nell'ambito del festival dell'Arte in strada
Un viaggio accompagnato da una voce narrante, una performance artistica in spazi inconsueti, la città vista sotto un'altra luce. A Udine torna la magia di "Audiobus", che quest'anno si fa in tre: alla corsa C, con un nuovo "look", si aggiungeranno la 4 e la 2. L'iniziativa, di Zeroidee, è organizzata nell'ambito del "Festival dell'arte in strada", di scena da venerdì 24 a domenica 26 maggio in piazza Venerio.In bilico tra reale e surreale, Audiobus offrirà ai viaggiatori di un autobus urbano (posti limitati, massimo 35 persone per ogni corsa, iscrizione online su terminal-festival.com) la possibilità di partecipare a una performance multidisciplinare, dove tutto accade contemporaneamente dentro e fuori del mezzo. Per farlo, basterà indossare le cuffie messe a disposizione di ciascun partecipante e seguire la voce narrante, liberando la fantasia e lasciandola vagare tra arte e spazio pubblico.La linea C (di Renato Rinaldi e Giovanni Chiarot, con la compagnia Arearea, la voce di Natalie Fella e gli autisti Saf) sarà un omaggio a Georges Perec. Un percorso letterario e inatteso, gremito di suggestioni visive e sonore e di storie che ci interrogano: "Cos'è che fa di una città, una città?" Con la linea 4, il viaggio (di Sarah Chiarcos con Francesco Collavino, Francesco Russo e Marianna Moccia, con le voci di Angelo Floramo e Carlo Zoratti) racconterà la storia di una famiglia come tante, con una tavola apparecchiata per un pranzo che non andrà come previsto. Perché può succedere di perdersi e le cose non saranno più come prima. L'altra novità, la linea 2, proporrà le performance degli artisti del Circo all'inCirca e le suggestioni sonore del musicista Paolo Paron: un viaggio dai confini sfumati, partendo con un bus e rientrando con un altro. In mezzo, domande e acrobazie: "Perchè viaggiamo? Qual è la meta? Da quanto tempo siamo in viaggio?". Una traversata urbana alla scoperta dell'irrazionalità di cui è costellata la razionalità cittadina.Le corse dureranno tra i 50 (linea C) e i 60 minuti (linee 2 e 4). Il costo del biglietto per viaggio è di 3 euro (comprensivo di corsa e spettacolo). I ticket dovranno essere ritirati all'infopoint di piazza Venerio 30 minuti prima della corsa, insieme alla consegna delle cuffie. Terminal è ideato da Circo all'inCirca e Puntozero con il sostegno della Regione Fvg, dell'assessorato alla Cultura del Comune, del MiBact, di PromoturismoFvg e della Fondazione Friuli. -- BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Messaggero Veneto del 20/05/2019
Pagina 19, Edizione Udine