Per completare i lavori mancano 180 mila euro

IL PUNTO
Quando torneranno a suonare le campane del San Giorgio? Quando sarà conclusa la quarta e ultima fase dei lavori. Tutto era partito da loro, nel marzo 2015, quando un perno della "Santa Maria Assunta" si ruppe. Una verifica anche alla statua ed ecco la rimozione per motivi di sicurezza: rischiava di cadere.«Mancano all'appello 180 mila euro - fa i conti monsignor Roberto Laurita, a margine delle operazioni di ricollocazione della statua restaurata -. Potrebbero essere coperti in parte con offerte raccolte da privati e in parte dai fedeli della parrocchia. Una larga parte di questa somma deve essere cercata e trovata: i lavori riprenderanno quando avremo a disposizione i soldi».Al termine dell'intervento, dunque, ecco che riprenderanno a suonare anche le campane. Ieri, in piazza, non sono mancate le battute: «Se per ogni foto scattata si donasse un euro, la partita sarebbe quasi chiusa».Curia, Regione e Fondazione Friuli hanno coperto gran parte della spesa. La Fondazione Friuli ha addirittura raddoppiato l'intervento: inizialmente per il restauro era stata programmata una spesa di 50 mila euro che, per vari motivi, sono lievitati a 115 mila. --E.L. BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Messaggero Veneto del 25/06/2019
Pagina 19, Edizione Pordenone