12.12.2007

Concerti Aperitivo

Ospiti eccezionali previsti tra i quali il grande violinista tzigano Roby Lakatos, il jezzista Lino Patruno e finale-evento con la straordinaria presenza di Fiorenza Cedolins.

Il conto alla rovescia per i “Concerti Aperitivo”, che quest’anno più che mai riservano grandi sorprese, è ormai cominciato. In “Sala Ajace”, a partire dal 20 Gennaio, ogni domenica, fino all’ultimo appuntamento del 30 Aprile che si terrà al teatro “Giovanni da Udine”, si esibiranno solisti, gruppi cameristici, formazioni jazz e cantanti lirici.  Come da otto anni a questa parte ogni concerto è seguito dal tradizionale aperitivo a base di prodotti artigianali tipici della nostra Regione e vino delle migliori cantine, momento nel quale anche i personaggi celebri presenti si uniscono al pubblico per assaporare in compagnia il gusto locale. 

Ideata dall’Ofu, la rassegna viene sostenuta dalla Fondazione Crup, Regione-Turismo FVG, Comune e Provincia di Udine, Camera di Commercio, Assindustria, Confartigianato, Mediocredito del FVG, Banca di Cividale, Cattolica Assicurazioni e Università di Udine; gruppo di enti pubblici e privati che ha puntato ad uno spiccato successo dell’iniziativa.

Ad aprire l’edizione 2008 troviamo il pianista Emanuele Arculi con un repertorio che spazia da Bach alla musica contemporanea, a seguire due concerti dal taglio classico, il primo con il Trio Vernizzi-Nova-Costa originali rilettori di brani operistici di Verdi e Donizzetti; il secondo con il solista Giampiero Sobrino e il Quartetto Modus interpreti di pagine composte da Mozart, Puccini e von Weber. Il quarto appuntamento vede protagonista l’abile violinista di tradizione tzigana Roby Lakatos, si prosegue poi al ritmo del coinvolgente jazz di Chicago anni ’20, ’30, con uno degli interpreti italiani più apprezzati a livello internazionale, Lino Patruno e il suo gruppo.   A seguire sulle note del compositore ebraico Jasha Heifetz, interpretato dal duo Degani e Rucli, si ripercorre l’atmosfera dei concerti tenuti dallo stesso Heifetz, duranmte la seconda guerra mondiale nell basi statunitensi. Ancora un ritorno al classico con il duo Maria Gamboz e Jacopo Francini con le pagine da Bellini a Morricone, sulle note del travolgente jazz del Cotton Club ci riporterà la travolgente Martina Feri. A conclusione della rassegna la soprano friulana Fiorenza Cedolins, accompagnata dall’orchestra sinfonica e coro, sarà l’interprete di brani più amati della letteratura opertistica; il ricavato della serata verrà devoluto alla Consulta Regionale Trapianti.

‹ Torna a Interventi per finalità istituzionali