Antonio Masutti. artista disegnatore eccellentissimo

Il Museo del Risorgimento di Torino presta al Comune di Aviano alcune opere dell’artista avianese Antonio Masutti, uno dei più celebri disegnatori e artisti della fine dell‘800, per una mostra in occasione della presentazione della biografia, curata dal ricercatore Matteo Gardonio.

Nell’esposizione organizzata dal Comune di Aviano,con il sostegno della Fondazione Crup, si può conoscere e apprezzare, attraverso le sue opere, Antonio Masutti (1813 – 1895), pittore, disegnatore, incisore e illustratore anche satirico di fama nazionale del Risorgimento Italiano, originario proprio di Aviano.

La celebrazione dei duecento anni della nascita dell’artista avianese coincide, sabato 22 marzo, con l’inaugurazione della mostra delle sue opere nella restaurata Palazzina Ferro. La portata dell’evento è tale che l’amministrazione comunale ha ottenuto in prestito ben 24 opere di Antonio Masutti dal Museo del Risorgimento italiano di Torino. L’artista, nato il 20 luglio 1813, settimo di dieci figli di Carlo, falegname, e Marianna d’Olivo, è diventato famoso grazie al sostegno della famiglia avianese dei nobili Oliva Del Turco, successivamente caduti in disgrazia. Grazie al nobile mecenate, Antonio Masutti, giovanissimo, ha potuto frequentare l’accademia d’arte di Venezia fra il 1830 e il 1836, prima di trasferirsi a Torino, dove, ha vissuto tutti gli eventi del Risorgimento italiano diventando il ritrattista ufficiale dei protagonisti dell’unità d’Italia, in primo luogo del primo ministro, artefice di tutti i successi di casa Savoia: Camillo Benso conte di Cavour.

Di Antonio Masutti si possono ammirare anche i ritratti degli altri uomini illustri risorgimentali, da Giuseppe Garibaldi a Vittorio Emanuele II. A corredo della mostra ci sono inoltre scene allegoriche, vignette satiriche eseguite per la stampa dell’epoca, incisioni di disegni di Masutti, realizzate anche da altri artisti. Al periodo veneziano di Masutti, trascorso all’accademia delle Belle Arti, risale anche la pala, raffigurante la Conversione di San Paolo, realizzata dall’artista nel 1840 per il duomo San Zenone di Aviano.

Luogo

Aviano, Palazzina Ferro

Periodo

Dal 22 marzo 2014 al 18 maggio 2014

Orari

martedì ore 10.00 - 12.00
venerdì e sabato ore 16.00 - 18.30
domenica ore 10.00 - 12.00 e 16.00 - 18.30

Catalogo

Vai al catalogo ›

‹ Mostre