La collezione d'arte Marcellino Chiandit

Viaggio nel '900 friulano.

La chiesa di Sant'Antonio abate a Udine ospita la collezione Marcellino Chiandit, il custode di un secolo d'arte friulana. Le opere si associano a sensazioni "che ne trafigurano il contesto in simboli e archetipi vitali, rifrazioni, graffiti sul cuore", questa la definizione che Chiandit ha inserito nel saggio contenuto nel catalogo che correda l'esposizione.

L'orror vacui "che caratterizza la mia casa - scrive Chiandit - con le partei interamente ricoperte da quadri disposti uno accanto all'altro", sì che ogni parete diventa a sua volta un quadro composito, "suscita un senso di stupefazione viva e spinta in immediata atmosfera estetico-spirituale".

Chiandit definisce la propria identità "irrinunciabilmente trasgressiva", amante della "cultura dell'eccesso". Dalla filosofia greca - aggiunge - "ho appreso che una vita senza ricerca non merita di essere vissuta e mi riconosco con ostentata autoironia nell'aforisma di Ugo Foscolo: "Avverso almondo, avverso agli uomini, avversi a me gli eventi": Nitor in adversum, recita il mio ex libris con splendida caricatura del mio amico di scuola Mario Baschirotto, degno emulo di Nino Za".

L'ex libris lo rappresenta "elegantissimo in frac e farfalla mentre fuma - osserva Gabriella Bucco - in posa elegante, un pò affettata e demodè".

Nato a Monfalcone nel 1938 da genitori di Ruda, dopo gli studi classici al liceo Stellini di Udine, la laurea in giurisprudenza a Trieste, l'insegnamento di storia della filosofia, diritto e cultura generale nelle scuole medie superiori e negli istituti professionali, scopre la vocazione pittorica grazie allo sio Fioravante Gratton, fotografo e pittore. L'altro "faro" è stato Giuseppe Zigaina, assieme all'amico Pier Paolo Pasolini, mentre Fred Pittino l'ha educato all'uso dei colori. Nel 1949 l'anno del trasferimento a Udine e gli incontri con docenti, pittori, scultori e critici.

Si sviluppa a questo punto la cometa della creatività artistica e del collezionismo.

 

Luogo

Udine, Chiesa di Sant'Antonio abate

Periodo

Dal 26 ottobre 2017 al 26 novembre 2017

Orari

10.00 - 13.00
15.00 - 18.00
chiuso martedì

‹ Mostre