Luigi Spacal 1907-2000

A 110 anni dalla nascita del grande maestro, le oltre settanta opere esposte documentano in modo esauriente un percorso di attenta ricerca tecnica e studio compositivo di un artista mitteleuropeo.

All’interno del progetto Trittico d’Autore articolato su tre appuntamenti culturali annuali (2017-2019), risiede la volontà di promuovere un esponente di spicco dell’arte regionale, la cui vastissima produzione ha ottenuto una levatura nazionale e internazionale pur mantenendo un saldo rapporto con i territori d’origine. Luigi Spacal (Trieste, 1907-2000), dopo aver conseguito la maturità artistica a Venezia, ha allestito la sua prima mostra nel 1940 proprio nella città natale per poi approdare, durante il dopoguerra, in tutte le più importanti gallerie d’arte d’Italia e d’Europa. Il richiamo alle proprie radici caratterizza tutte le opere del grande artista che esprime, in un rapporto visibile, citazioni della memoria attraverso un repertorio iconografico di una civiltà che ha sempre avvertito profondamente come irrinunciabile.

Nell’ambito della grafica d’arte, che costituisce per la Triennale Europea dell’Incisione lo specifico terreno d’indagine e documentazione esplorato nelle numerose mostre ­no ad ora realizzate, l’opera di Luigi Spacal occupa, in oltre mezzo secolo di attività, un posto di assoluto rilievo. Un linguaggio storicamente antico che Spacal ha radicalmente rinnovato sia da un punto di vista tecnico, con l’impiego di nuovi materiali, sia da un punto di vista formale, esaltando in particolare il ruolo e la funzione del colore.

 

Luogo

Udine, Casa Cavazzini

Periodo

Dal 23 settembre 2017 al 29 ottobre 2017

Orari

Da martedì a domenica 10.30 - 19.00

‹ Mostre