09.04.2019

Funder35 I servizi di accompagnamento per il 2019

Nel nuovo triennio Funder35 intende continuare a supportare le 300 imprese culturali in Italia che hanno beneficiato di un contributo con un articolato sistema si servizi di formazione e accompagnamento.

Funder35

I servizi di accompagnamento per il 2019

 

Far crescere la propria impresa culturale è una sfida quotidiana che va al di là del singolo progetto. Per affrontare questa sfida gli operatori della cultura devono sviluppare una visione strategica, in grado di trovare un equilibrio tra le emergenze più immediate e gli obiettivi di lungo periodo, devono essere capaci di comprendere l’ambiente sempre più incerto che li circonda e gestire tale complessità, devono perseguire la loro missione culturale e sociale e nel contempo esplorare nuovi mercati.

Per questo nel nuovo triennio Funder35 intende continuare a supportare le 300 imprese culturali in Italia che hanno già beneficiato di un contributo, attraverso la messa a disposizione di un articolato sistema di servizi di formazione e accompagnamento. A coordinare il complesso delle attività è stata chiamata Fondazione Fitzcarraldo, centro indipendente con base a Torino, che in qualità di partner del bando già nelle precedenti edizioni ha avuto la possibilità di sondare i percorsi evolutivi e i bisogni delle imprese beneficiarie.

Il risultato è un menù di servizi flessibili e personalizzabili che integra attività in presenza e servizi erogati direttamente on line, per facilitare l’accesso a tutte le imprese sparse sul territorio nazionale. Ogni anno verrà realizzato un evento che chiamerà a raccolta le imprese beneficiarie, per favorire la conoscenza reciproca, il networking e lo scambio di esperienze e attivare relazioni che poi proseguiranno on line. Questo primo appuntamento 2019 si svolgerà a Napoli l’8 e 9 aprile e sarà l’occasione per avviare i nuovi percorsi di formazione e di lavoro.

Durante tutto l’anno il punto di riferimento sarà poi una piattaforma web dedicata, con accesso riservato ai beneficiari, che riunirà i diversi servizi messi a disposizione. Particolare rilevanza assumerà la formazione on line, con un mix di webinar in diretta e altri contenuti video messi a disposizione in modalità “on demand”. A questo si unirà un archivio di risorse ragionate, studi e interviste con professionisti di alto livello, nazionali e internazionali, un database aggiornato con i profili delle imprese beneficiarie, attività trasversali di animazione della comunità. I beneficiari avranno inoltre modo di confrontarsi con professionisti ed esperti che li possano guidare in ambiti particolarmente delicati attraverso dei “forum con gli esperti”. Il primo di questi sarà dedicato alla Riforma del Terzo Settore e alla fiscalità del settore culturale: per tre mesi sarà quindi possibile interagire con commercialisti in grado di rispondere a dubbi e quesiti specifici.

L’obiettivo però non è solo quello di proporre opportunità di formazione: la comunità di professionisti e imprese beneficiarie di Funder che si è costituita negli anni, raccoglie un bacino enorme di competenze e professionalità che si intende valorizzare e coinvolgere attivamente nella erogazione dei servizi, in un’ottica di learning peer-to-peer.

Infine uno degli elementi portanti dell’offerta di attività prevista è costituito dall’attivazione di tre percorsi di approfondimento tematico, ciascuno dei quali permetterà a un numero selezionato di imprese di partecipare a un gruppo di lavoro che potrà accedere a workshop di formazione ad hoc e attività aggiuntive, con l’obiettivo di implementare un percorso di sperimentazione all’interno della propria realtà organizzativa. Per il 2019 i tre percorsi, che verranno lanciati con apposito bando di selezione ad aprile, affronteranno le seguenti tematiche:

·         la valutazione dei progetti e gli impatti delle attività culturali;

·         l’audience development come approccio strategico per una nuova rilevanza sociale delle organizzazioni culturali;

·         l’internazionalizzazione delle imprese culturali.

I primi due percorsi saranno coordinati da Fondazione Fitzcarraldo con la collaborazione di docenti e professionisti con forte esperienza, sia a livello nazionale sia a livello internazionale. Il terzo percorso sarà invece curato da LIV.IN.G – Live Internationalization Gateway.

I risultati di queste attività verranno poi condivisi con l’intera comunità in occasione dell’evento plenario che sarà organizzato a inizio del prossimo anno per lanciare le attività previste per il 2020.

 

‹ Torna a News