Cosa facciamo

Progetti

Torna a tutti i progetti

Deliberato il: 3.11.2008

Università degli Studi di Udine Dipartimento di Scienze Economiche

Progetto pluriennale 2008-2010 "Protezione e salvaguardia dei corpi idrici superficiali nella zona transfrontaliera italo slovena di Gorizia e Nova Gorica"


Il Dipartimento di Scienze Economiche dell’Università di Udine, con la collaborazione della Fondazione Crup, ha predisposto il progetto pluriennale 2008-2010 di “Protezione e salvaguardia dei corpi idrici superficiali” nella zona transfrontaliera italo slovena di Gorizia e Nova Gorica. La necessità di tale pianificazione nell’area considerata dipende sia dalla complessità della rete idrografica della suddetta area con le sue interconnessioni sia dalle determinazioni qualitative e quantitative dei numerosi parametri critici da tenere sotto osservazione. Questo lavoro permetterà di definire le pressioni antropiche sull’area, la sua valutazione rispetto agli standard di qualità richiesti in sede comunitaria e nazionale e gli accorgimenti necessari per una buona risoluzione delle numerose criticità presenti ora. La normativa vigente in campo ambientale evidenzia sempre più la necessità di un approccio integrato ai problemi ambientali. I vari ecosistemi presenti sul pianeta Terra comunicano reciprocamente fra loro formando un unico grande ecosistema, la biosfera. Sono necessari condizioni naturali e stati d’equilibrio anche se dinamico. Quando gli equilibri sono alterati la tendenza, egli ecosistemi è ristabilirli, giungendo ad una nuova situazione d’equilibrio che essendo diversa da quella naturale di partenza può essere dannosa alla vita. La terra, in quanto sistema finito presenta vincoli fondamentali che riguardano i grandi cicli della vita in altre parole: l’acqua, l’aria, il suolo, ma anche di territorio e di assorbimento dei rifiuti. Volendo raggiungere modelli sostenibili di sviluppo economico è necessario essere consapevoli che la qualità dell’ambiente va considerata some una caratteristica essenziale della qualità della vita in una società e quindi essenziale anche per lo sviluppo economico. Per la difesa del territorio è quindi necessario approfondire la conoscenza della rete idrografica che interessa la zona transfrontaliera e il relativo interessamento del fiume Isonzo.